• 05dic

    Le lacrime dei tecnocrati pazzi

    La ministra Elsa Fornero piange nell’annunciare i sacrifici agli italiani. Di certo si faranno molte battute su queste lacrime, su questo ceto di tecnocrati pazzi che piange per il massacro sociale che impone ai deboli, massacro fatto in nome di una crescita che non arriverà.

    Ma noi non abbiamo voglia di fare battute. Ormai le lacrime dei potenti non ci fanno più ridere, ci danno solo il voltastomaco. Non si può scherzare su ciò che questa gente dalla lacrima facile sta facendo.

    Stanno distruggendo il nostro paese, le nostre speranze, il nostro futuro, le nostre vite.

    E  lo fanno, nei casi migliori, per una fede irrazionale in quelle  stesse teorie economiche che hanno portato alla crisi, e che non faranno che peggiorarla.Oppure, nei casi peggiori, lo fanno per conto di potenti forze nazionali e internazionali che vogliono rapinare ciò che in questo paese non è stato ancora rapinato.

    La risposta alle loro ripugnanti lacrime non può essere la battuta e nemmeno l’invettiva, ma la costruzione di un fronte di opposizione sociale che abbia la forza di fermare la devastazione che è nei loro piani.

    Dobbiamo fermarli, è questa l’unica risposta possibile.

    Fonte: Megachip

    The following two tabs change content below.

    Questo articolo è stato curato dalla nostra redazione nazionale. Se siete un blogger, un circolo o fate parte di una associazione e volete contribuire con dei vostri articoli scrivere a : mdfredazione@gmail.com

    Ultimi post di Team Redazionale Mdf (vedi tutti)

Leave a Reply