• 03ago

    Come fare il succo di frutta

    Questo metodo per fare il succo di frutta è impegnativo ma è possibile farne molti litri  per l’inverno.
    La ricetta varia leggermente nei tempi di cottura e nell’aggiunta dello zucchero a seconda della frutta usata.

    Scegliete la vostra frutta per fare il succo, pera, albicocca, pesca, mela…L’importante che sia frutta buona magari evitate quella dei supermercati ma cercate un produttore locale magari bio.
    Noi faremo il tutorial con le pere appena colte!

    Mettete la frutta in un pentolone coperto d’acqua. Nel caso della pesca o l’albicocca togliete il nocciolo prima di metterli nella pentola con poca acqua.

    Una volta cotti e morbidi spegnete e aspettate che si raffreddi il tutto.

    Rovesciate il tutto in un colino grande messo in un contenitore per poter ricevere il succo.

    Lasciatelo per alcune ore, magari tutta la notte. E’ possibile poi spremere con le mani la polpa per fare uscire più succo dalla frutta.
    Dopo avere filtrato tutto, passate il mini pimer se ci sono dei pezzettini di polpa così da avere un succo omogeneo.
    Nel caso lo ritenete opportuno, aggiungete dello zucchero e mischiate bene. Questo succo di pera ci è sembrato abbastanza dolce perciò non abbiamo aggiunto nulla, è forse necessario con l’albicocca o con la frutta meno matura.

    Ora potete imbottigliare nelle bottiglie precedentemente lavate, chiudere le bottiglie e farle bollire rovesciti in un pentolone per circa 20 minuti.

    Ringrazio la mia amica Livia per avere fatto così tanto succo insieme e avermi insegnato questo fantastico metodo!

    di Emma Pavanelli

    Fonte: Naturalmente Felice

    The following two tabs change content below.

    Questo articolo è stato curato dalla nostra redazione nazionale. Se siete un blogger, un circolo o fate parte di una associazione e volete contribuire con dei vostri articoli scrivere a : mdfredazione@gmail.com

Discussion 3 Responses

  1. 3 agosto 2012 alle 20:10

    Da bambina a casa mia c’era sempre succo di pesche fatto in casa. Che bei ricordi! Devo chiedere la ricetta alla mia mamma :)

  2. 6 agosto 2012 alle 15:09

    Bello. Ma il fatto di lasciare la frutta tutta una notte all’aria non fa ossidare il succo e la polpa? Non converrebbe frullare tutto una volta cotto e imbottigliare ancora caldo?

  3. 21 settembre 2012 alle 13:36

    E il Clostridium botulinum?

Leave a Reply