• 25feb

    Inaugurazione dell’Università del Saper Fare del Medio Campidano

    Grazie all’Associazione Qedora, in stretta collaborazione con MDF (Movimento per la Decrescita Felice), circolo di Roma e UniSF  (Università del Saper Fare), sezione di Roma, nasce nell’area del  Medio Campidano la prima Università del Saper Fare in Sardegna.

    L’inaugurazione di questa “filiale” di Unisf sarà inserita nella cornice di una mostra-progetto, “Su Tempus Torrau” che si svolgerà nei mesi di marzo,  aprile e maggio 2013 comprendendo i primi corsi appunto del Saper Fare, ma anche dibattiti, mostre, convegni e per finire una biofiera, e che faranno da sfondo, cornice e accompagnamento necessario alla comprensione del senso profondo della nascita di questa particolare iniziativa.

    L’evento avrà inizio il 2 marzo 2013 alle ore 17.00, presso la Casa Museo Dona Maxima (Piazza Amsicora 21) a San Gavino Monreale.

    L’ingresso è libero e al termine della serata ci sarà un buffet ecosostenibile a km0,  offerto ad un prezzo simbolico per il finanziamento del progetto.

    Si partirà dunque il 2marzo con la presentazione di un libro: Roberto Spano, portavoce in Sardegna di MDF, presenterà il libro di Eliseo Spiga “Manifesto delle Comunità di Sardegna”, di cui è curatore.

    Il testo illustra la proposta di realizzare un nuovo sistema culturale, in cui gli esseri umani abbiano l’obiettivo di migliorare la qualità della propria vita e di quella degli altri ricostruendo i legami comunitari nei piccoli paesi, che partano dalla produttività in un clima di collaborazione e solidarietà.

    L’Associazione Qedora presenterà tutte le date e incontri della mostra-progetto Su Tempus Torrau: uno strumento per il recupero della memoria per un futuro consapevole nell’area del Medio Campidano, finalizzato alla conservazione e valorizzazione delle biodiversità locali, comprensive delle risorse umane e del suo patrimonio storico, artistico e paesaggistico.

    Durante questa serata di inaugurazione alcuni docenti dei laboratori UniSF saranno presenti per spiegare brevemente i loro corsi e anticiperanno il calendario delle attività del gruppo.

    I laboratori proposti fin d’ora sono tanti, alcuni esempi: la panificazione naturale, la cucina sarda, la cestineria,  il riuso creativo della carta usata, la preparazione di un orto sinergico, la costruzione di mattoni in terra cruda, il riconoscimento e uso delle piante spontanee, etc. Si svolgeranno in vari comuni del territorio del Medio Campidano.

    Molti altri sono in via di preparazione e saranno calendarizzati nelle prossime stagioni, un calendario che si spera verrà via via arricchito da collaborazioni con sempre più associazioni e persone interessate.

    Si possono prenotare i corsi, richiedere informazioni o proporre attività in collaborazione scrivendo a mediocampidano.unisf@gmail.com

    Gli incontri previsti nella mostra-progetto “su tempus torrau” termineranno tra il 25 e il 28 aprile con la presentazione a Sardara del libro “Meno e Meglio” di Maurizio Pallante, presidente del Movimento della Decrescita Felice  e con una biofiera a San Gavino Monreale.

    Per il calendario e la descrizione aggiornata degli incontri seguite il sito www.qedora.it

    L’Università del Saper Fare è un progetto del Movimento della Decrescita Felice; muove i primi passi a Torino nel 2008 per poi sbarcare a Roma nel 2010 e oggi vi sono numerose “filiali” in tutta Italia. Si propone di condividere o riscoprire con laboratori e corsi veri e propri, un sapere manuale, pratico, tecnico contrapposto al sapere intellettuale ovunque oggi più diffuso. Si tratta dunque di corsi di autoproduzione, autocostruzione e autoriparazione, riciclo e riuso.

    I laboratori sono gratuiti o a costi popolari ed etici, per permettere a tutti di partecipare; hanno avuto finora ovunque grande risposta di pubblico, forse per l’esigenza sempre più sentita di ridurre il proprio impatto ambientale diminuendo anche i consumi di prodotti industriali o di servizi esterni, reimparando a fare quindi da sé.

    L’Associazione Qedora promuove attività, progetti e iniziative di tipo culturale e sociale, educativo, formativo, didattico, artistico e ricreativo con l’intento di sviluppare la conoscenza, la coscienza critica, la capacità di autodeterminazione, il miglioramento delle condizioni di vita dei singoli, della comunità e della società, la valorizzazione delle differenze e l’interscambio tra le persone. Il nome QEDORA nasce dalla contrazione di QUI E ORA, concetto che è stato per noi il richiamo a pensare al presente, a non perdere di vista i nostri obiettivi più immediati e a metterci subito in moto per poterli realizzare, passo dopo passo.

     

    Per informazioni:

    Daniela Inconis, Associazione Qedora 3401776813

    Annalisa Melis, Unisf- Mdf Roma 3318531222

    Movimento per la Decrescita Felice – Circolo Territoriale di Roma
    e Università del Saper Fare

    Web: www.decrescitafelice.it – www.unisf.it

    Email:
    decrescitafelice.roma@gmail.com   e  roma.unisf@gmail.com

    Associazione Qedora

    Web: www.qedora.it

    EMail: info@qedora.it

    The following two tabs change content below.

    Questo articolo è stato curato dalla nostra redazione nazionale. Se siete un blogger, un circolo o fate parte di una associazione e volete contribuire con dei vostri articoli scrivere a : mdfredazione@gmail.com

Leave a Reply