• 11set

    La decrescita: viaggio alla ricerca del vivere a misura d’uomo

    La decrescita: viaggio alla ricerca del vivere a misura d’uomo è una mostra ideata dal gruppo Aifo di Caserta per affrontare i temi dell’educazione ambientale e della decrescita in modo interattivo e fruibile. La mostra è composta da 17 pannelli a colori (100cm x 70cm) in cui vengono rappresentati con immagini, dati, grafici i temi della decrescita e della finanza etica.
    Si propone i seguenti obiettivi:
    – Prendere coscienza di alcuni problemi della realtà attuale.
    –  Riflettere sui meccanismi che determinano ingiustizie, squilibri e povertà.
    –  Formulare proposte per un nuovo stile di vita fondato sulla responsabilità e sulla solidarietà, sia come singoli che come cittadini.
    – In particolare, la crescita della produzione e dei consumi  ed i limiti di sostenibilità dell’attuale modello di sviluppo, in un mondo globalizzato, sono il filo conduttore del percorso, che è  articolato nei seguenti punti:
    –  Introduzione alla Mostra e presentazione di AIFO.
    –  Lo “scenario” in cui viviamo
    –  Il ruolo della globalizzazione e della finanza nel  produrre “povertà”
    –  La corsa ai consumi e lo spreco delle risorse
    –  Proposte di cambiamento ( sviluppo sostenibile – decrescita )

    AIFO, presentando questi pannelli, si pone l’obiettivo di far prendere coscienza di alcuni problemi della realtà attuale che determinano i meccanismi che generano ingiustizia, squilibri e povertà. Viene così formulata una proposta per un nuovo stile di vita basato sulla responsabilità e sulla solidarietà, sia come singoli che come cittadini, ponendo l’accento sulla crescita della  produzione e dei consumi  e sui limiti della sostenibilità dell’attuale modello di sviluppo.

    L’impatto con i dati sconcertanti sulla realtà del mondo d’oggi, efficacemente supportati da immagini incisive, porta naturalmente a riflettere sulla ingiusta distribuzione delle risorse della terra e a chiedersi il perché della povertà.
    La mostra è interattiva perché i veri protagonisti sono i visitatori che, stimolati dall’animatore ad interagire in modo attivo e partecipe durante il percorso, possono giungere all’acquisizione critica e consapevole dei contenuti. D’altra parte, lo scambio di idee e il confronto costruttivo diventano un utile esercizio di “ascolto”, in vista della formazione di una personalità democratica.

    Il tempo previsto per lo svolgimento del percorso della mostra è di circa 90 minuti.

    La mostra è interattiva perché i veri protagonisti sono i visitatori che, stimolati dall’animatore ad interagire in modo attivo e partecipe durante il percorso, possono giungere all’acquisizione critica e consapevole dei contenuti. D’altra parte, lo scambio di idee e il confronto costruttivo diventano un utile esercizio di “ascolto”, in vista della formazione di una personalità democratica.

    Il tempo previsto per lo svolgimento del percorso della mostra è di circa 90 minuti.

    il pieghevole informativo sulla mostra (509.51 KB)

    i pannelli della mostra (2.33 MB)

    Fonte: Aifo.it

     

    The following two tabs change content below.

    Questo articolo è stato curato dalla nostra redazione nazionale. Se siete un blogger, un circolo o fate parte di una associazione e volete contribuire con dei vostri articoli scrivere a : mdfredazione@gmail.com

Discussion One Response

  1. 12 settembre 2013 alle 14:19

    Bellissima iniziativa, complimenti. Andrebbe portata in giro per tutta l’Italia! E perchè no?

Leave a Reply