• Home ·
  • Cultura ·
  • Arte e Decrescita: Seminario internazionale “PER UN RINASCIMENTO POSSIBILE”
  • 25mag

    Arte e Decrescita: Seminario internazionale “PER UN RINASCIMENTO POSSIBILE”

    Dal 29 al 31 maggio si tiene a Firenze il Seminario nazionale dal titolo “Arte e decrescita: per un Rinascimento possibile” (Venerdì 29 maggio: conferenza concerto ad ingresso libero presso Accademia delle Arti e del Disegno (via Orsanmichele, 4 Firenze) e sabato e domenica 30 e 31 maggio presso il Monastero delle suore Benedettine di S. Marta (via S. Marta, 7 Firenze)

     

    Una due giorni nata dalle riflessioni e dai contributi pubblicati in questi anni dal gruppo “Arte e Decrescita” (www.artedecrescita.it), all’interno del quale è maturata la convinzione che sia ormai giunto il momento di cominciare ad elaborare un antidoto concreto all’ideologia nuovista, secondo cui ogni innovazione è de facto un miglioramento. Il mainstream ha assegnato all’arte il compito di esplorare i confini più avanzati della modernità, fino a rincorrere senza sosta il nuovo che, come l’arcobaleno, si allontana passo dopo passo, perché c’è sempre un «più nuovo» in agguato del nuovo, un più nuovo che al suo apparire trasforma costantemente il nuovo in vecchio.

    Per risvegliare l’umanità da questo incantesimo, che sta distruggendo senza sosta le diversità culturali, la biodiversità, gli equilibri planetari che hanno consentito lo sviluppo della specie umana e la bellezza, occorre liberare l’artein tutte le sue forme, dal vincolo dell’innovazione fine a se stessa. Si ritiene essere necessario recuperare unaconcezione dell’arte come attività creativa finalizzata a fare bene, alla misura e all’armonia, ad aggiungere bellezza alla bellezza originaria del mondo, a superare i limiti dello spazio e del tempo che vincolano la condizione umana. Perché l’arte, come ha scritto Egon Schiele sul muro della prigione in cui era rinchiuso, non è moderna: “l’arte è eterna”.

    A partire da questa convinzione, si è deciso di organizzare l’evento concerto, e il seminario presso il Monastero delle suore Benedettine di Santa Marta, in via Santa Marta, 7 – 50139 Firenze – tel. 055 489089.

    Il costo comprensivo di pernottamento e pensione completa presso il Monastero, partecipazione al seminario è di 75 euro al giorno (150 euro due notti) in camera singola con bagno, 65 euro (130 euro due notti) a persona in camera doppia con bagno, 55 euro (110 euro due notti) a persona in camera senza bagno (60 posti disponibili).

    I posti sono in esaurimento. Per iscriversi è necessario richiedere eventuali posti all’email  decrescita.arte@gmail.com e registrarsi al link https://docs.google.com/forms/d/1_Dy41F2z77NIYqc26FECddw2lzxRVrtDFK5XkFNvXTI/viewform?usp=send_form.

    Successivamente, una volta avuta la risposta positiva in email, è necessario versare per mezzo bonifico con causale NOME  COGNOME contributo seminario Firenze 29/31 maggio 2015″  Banca Etica Filiale di Torino IBAN: IT77Z0501801000000000123034 intestato al Movimento per la Decrescita Felice. (La quota è richiesta è un contributo a parziale copertura delle spese, non costituisce attività commerciale, pertanto MDF non rilascerà fattura o ricevuta fiscale).

     

    PROGRAMMA DEI LAVORI

     

    Accademia delle Arti e del Disegno – via Orsanmichele 4 – Firenze

     

    EVENTO DI APERTURA

    Ingresso libero fino ad esaurimento posti

     

    Venerdì  29 maggio

     

    introduzione     

    17,30-17,45: Maurizio Pallante (Movimento per la decrescita felice)

    Per un rinascimento possibile

     

    lectio magistralis

    17,45-18,45: Paolo Portoghesi

    Notizie da nessun luogo. La profezia di William Morris

     

    Conversazione e concerto di pianoforte  

    18,45-19,45: Filippo Faes

    Schumann: la verità nella follia

    Tra Romanticismo e Zen, con un pizzico di meccanica quantistica

    “Vogel als Prophet“ da “Waldszenen op. 82“, “Kreisleriana“ op. 16 e altri brani

     

    ———–

     

    Monastero delle suore Benedettine di Santa Marta – via di Santa Marta 7 – Firenze

     

    Sabato 30 maggio

     

    Mattino

    conferenza

    09,00-10,00: Filippo La Porta

    Scrittori contro lo sviluppo. Per una critica della modernità italiana, a partire dalla letteratura

    discussione  (10,00-10,30)

    pausa  (10,30-10,40)

    comunicazioni      

    10,40-11,00: Filippo Schillaci: Oltre il cinema del conflitto

    11,00-11,20: Stefano Piroddi: La visione poetica dell’esistenza 

    11,20- 11,40: Lucilio Santoni: biblioteche nell’anima    

    11,40- 12,00: Petra Bernitsa  

    discussione  (12,00-12,30)

    Pomeriggio

    conferenza

    15,00-16,00: Alessandro Pertosa

    L’arte è un’utopia

    discussione   (16,00-16,30)

    pausa  (16,30-16,40)

    comunicazioni    

    16,40-17,00: Vincenzo Sorrentino: La vera industria

    17,00-17,20: Miriam Tritto: Arte ed eutopia 

    17,20.17,40: Alessandro Pertosa: La pittura onirica di Gabriella Arduino 

    17,40-18,00: Nicola Zamboni-Sara Bolzani 

    Discussione  (18,00-19,00)

     

    ———–

     

    Monastero delle suore Benedettine di Santa Marta – via di Santa Marta 7 – Firenze

     

    Domenica 31 maggio

     

    Mattino

    conferenza   

    09,00-10,00: Maurizio Pallante Sono io che non capisco

    discussione    (10,00-10,30

    pausa  (10,30-10,40)

    comunicazioni    

    Adriano Vanara          Una metafora. Lo scempio del territorio italiano

    Dafni Ruscetta           Proposte per un nuovo umanesimo 

    Armando Boccone    Il futuro straordinario 

     

    —————————————————————————————————————————————-

     

    Info:

    www.artedecrescita.it

    www.decrescitafelice.it

    email: decrescita.arte@gmail.com

    EVENTO FACEBOOK https://www.facebook.com/events/393297560856744/

     

    Per approfondimenti e per leggere il Manifesto del gruppo Arte e decrescitahttp://www.artedecrescita.it/arte-e-decrescita/

    I promotori del Manifesto Arte e Decrescita

    Gabriella Arduino, architetto e pittore

    Vincent Cheynet, caporedattore de La Décroissance

    Pier Paolo Dal Monte, medico e filosofo

    Massimo De Maio, grafico ed ecologista

    Duccio Demetrio, filosofo, fondatore della Libera Università dell’Autobiografia di Anghiari

    Filippo La Porta, saggista e critico letterario

    Giordano Mancini, maestro d’arte, green manager

    Maurizio Pallante, saggista

    Alessandro Pertosa, saggista e filosofo

    Mario Pisani, architetto

    Paolo Portoghesi, architetto

    Giannozzo Pucci, editore

    Bruno Ricca, editore

    Lucilio Santoni, scrittore

    Filippo Schillaci, saggista


    The following two tabs change content below.

    Questo articolo è stato curato dalla nostra redazione nazionale. Se siete un blogger, un circolo o fate parte di una associazione e volete contribuire con dei vostri articoli scrivere a : mdfredazione@gmail.com

Leave a Reply