• 19set

    PANE SENZA GLUTINE, SENZA LIEVITO

    Sano , buono , facile,  questo pane senza glutine e senza lievito richiede anche un poca energia umana , nel senso che deve riposare molte ore ma nel frattempo noi continueremo la nostra vita di sempre ….
    Avremo poi un pane senza glutine e senza lieviti aggiunti , da potere porzione e riporre in congelatore pronto all’uso. La sera prima lo ripongo nel frigorifero e poi a temperatura ambiente ed è bello che pronto per il consumo , al massimo lo faccio saltare in padella con un poco di olio oppure lo tosto con l’apposito attrezzo. Altra accortezza è quella di fare tre /quattro forme in modo da ottimizzare anche il consumo di energia elettrica .

    Del pane senza glutine ne avevamo già parlato con ricette annesse  trovate qui il tutto : http://natural-mente-stefy.blogspot.it/2015/02/pane-senza-glutine-con-pasta-madre.html  anch’essa ricetta semplice , veloce  e fattibile da tutti . Stavolta però questo pane oltre che essere senza glutine è anche senza lievito.

    Il procedimento all’apparenza vi potrà sembrare lungo oppure complicato ma come spesso accade in questo blog è più difficile da spiegare che da fare ….quindi leggete bene i passaggi e vedrete che quando li farete vi accorgerete che sarà più semplice del previsto……

    Ho preso 500 gr di riso integrale (a dire il vero non era dei migliori, però come primo esperimento non ho voluto rischiare di utilizzare un riso che costasse troppo, poi i prossimi li farò con altro cereale senza glutine sempre comunque integrale ).
    Dicevo , questi 500 gr di riso integrale li ho messi in ammollo in acqua non clorata …..qui ..una parentesi …..ne faccio tante ultimamente …..scusatemi…..In casa mia utilizziamo solo acqua del rubinetto acquistiamo acqua solo per i bambini quando vanno a scuola oppure mio marito per il lavoro per il resto acqua del comune , in questo caso però ho utilizzato un’acqua di bottiglia …non credo sia migliore visto che abitavo in una zona dove imbottigliavano una famosissima acqua ed ho lavorato anche in un supermercato ed ho visto cose che mi hanno fatto riflettere molto …..
    lascio in ammollo per 24 ore , nel frattempo tengo d’occhio il riso se dovesse assorbire tutta l’acqua ne aggiungo altra ….Dopo 24 ore scolo l’acqua , metto il riso in un frullatore e frulla più che posso , non si formerà farina ovviamente dei granelli resteranno sempre ma è il bello di questo pane a mio avviso ….
    Aggiungere poi un poco di farina senza glutine , riso , mais, grano saraceno , fecola di patate , quello che volete anche un mix di varie farine , fino ad ottenere un panetto , io ho sperimentato e ho fatto un po’ ad esperienze quindi ho mantenuto un composto molloso

    Coprire con un panno questo impasto e fare riposare altre 12 ore almeno
    Rimpastare aggiungendo sale .
    Ho messo in un contenitore da plum cake

    rifare lievitare qualche ora

    Infornare a 100° per 3  o  4  ore  ….
    Quando lo toglieremo dal forno , facendo attenzione a non scottarsi , togliere i pane senza glutine e senza lievito dallo stampo , togliere la carta da forno che lo avvolge e metterlo su di una grata oppure capovolto per farlo raffreddare

    Procedere poi dopo molte ore al taglio e all’assaggio …
    Questa ricetta l’hò personalizzata non poco ma la base e l’idea mel’ha regalata Massimiliano,  uno dei tanti meravigliosi ospiti del mio B&B   https://ilgirasolepontevico.wordpress.com ,un cuoco bravissimo che con la sua   compagna Consuelo  hanno un gran bel progetto ..vedete qui la loro pagina :
    Fonte: Naturalmentestefy
    The following two tabs change content below.

    Questo articolo è stato curato dalla nostra redazione nazionale. Se siete un blogger, un circolo o fate parte di una associazione e volete contribuire con dei vostri articoli scrivere a : mdfredazione@gmail.com

Discussion One Response

  1. 12 settembre 2016 alle 13:22

    Salve! Ho provato a fare il pane ma non riesco a capire dalla ricetta se è stata aggiunta acqua, dalla foto sembra di sì! E sembra che la consistenza dell’impasto sia abbastanza morbida e molle… Forse io l’ho fatta troppo compatta… Come si fa a capire se è cotta bene? Come si conserva e per quanto questo pane? Grazie!

Leave a Reply