• Direttivo

    Il Consiglio direttivo del Movimento per la Decrescita Felice viene eletto durante l’assemblea dei soci nazionale dai rappresentanti dei circoli e dalle associazioni aderenti e rimane in carica per 2 anni.

    Attualmente è composto da 10 membri, eletti durante l’assemblea nazionale svoltasi a Parma il 19 Aprile 2015.

     

    JEAN-LOUIS AILLON (presidente)

    Ho 32 anni e vengo da un piccolo paesino nelle montagne valdostane di nome Meylan, ma vivo però ormai da circa 11 anni prevalentemente a Torino. Sono un medico un po’ atipico che cerca di lavorare il minimo possibile per dedicare più tempo possibile alle cose che ama. Sono un po’ rifuggito dalla psichiatria (per la mole di tempo che mi richiedeva e per una certa repulsione verso l’ambiente medico universitario), prima partendo 6 mesi in Kenya (lavorando e facendo ricerca con l’ONG World Friends) per poi tornare e diventare uno psicoterapeuta (dinamico adleriano). Mi interessa molto, a riguardo, il campo dell’etnopsichiatria e della psichiatria culturale, in cui lavoro attualmente come psicoterapeuta al Centro Frantz Fanon con pazienti migranti,  rifugiati, vittime della tratta e tortura. Sto inoltre conducendo un dottorato in antropologia e psicologia presso l’Università degli studi di Genova sul disagio giovanile.
    La mia esperienza di associazionismo parte in Valle d’Aosta dove ho fondato e sono stato presidente del Comitato Rifiuti Zero Valle d’Aosta, lottando contro la costruzione di un inceneritore. Grazie a questa bella esperienza (che come alcuni sapranno è culminata con un referendum che ha visto la vittoria del popolo valdostano!) ho conosciuto Maurizio Pallante e la decrescita. Ho avuto, quindi, la fortuna di essere fra i “pionieri” che hanno fondato il circolo di Torino, di cui sono stato il presidente sino al febbraio del 2013. Da 4 anni faccio parte del direttivo nazionale di MDF, dove mi sono occupato principalmente di comunicazione; in particolare ho ideato e coordinato il nuovo sito MDF ed alcuni aspetti della formazione. Inoltre, sono stato il fondatore (e sono attualmente referente) del gruppo tematico “Decrescita e Salute” ed uno dei fondatori della Rete Sostenibilità e Salute, di cui sono attualmente il portavoce. Nell’ambito della decrescita ho riflettuto e mi sono interessato a tematiche inerenti la salute ed i giovani. A riguardo ho scritto recentemente un libro (La decrescita, i giovani e l’utopia) e sto portando avanti un dottorato in antropologia medica e psicologia sul disagio giovanile legato alla crescita e alla società dei consumi. Ho partecipato con alcuni lavori scientifici (relativi ai temi sopra citati) alla conferenza internazionale di Venezia, alla conferenza di Lipsia ed ho seguito la prima Summer School Internazionale sulla decrescita organizzata a Barcellona da Research and Degrowth.

    LUCIA CUFFARO (vice presidente)

    Curiosa ed energica, sono una romana di 34 anni con una vita piena ed intensa, dedicata in gran parte al volontariato. Dopo anni di lavoro passati con insoddisfazione nel campo dell’organizzazione di eventi e poi in “mamma” Rai, alla ricerca di stimoli e senso etico ne sono uscita grazie a profonde riflessioni sul mio modo di vivere, ispirate da MDF, che ho conosciuto frequentando i laboratori del progetto Università del Saper Fare. L’inizio di un radicale cambiamento, che mi ha portata a fare un netto cambio di direzione nel mio stile di vita e un coinvolgimento sempre più attivo nel circolo romano, di cui da un anno sono anche presidente (onorata e entusiasta!). Con MDF Roma, seguo anche tematiche di riduzione rifiuti. Spinta da questo interesse, ho fondato, con amici di quartiere, l’ass. “Massimina.it”, che opera per la riqualificazione della Valle Galeria e della discarica di Malagrotta.
    A settembre ho cominciato una nuova avventura, che spero possa essere il punto di inizio di una vita lavorativa dedicata solamente ai valori della decrescita, grazie alla conduzione della rubrica “Chi fa da sé”, all’interno della trasmissione Unomattina in Famiglia su Rai Uno, con laboratori pratici di autoproduzione e saper fare, ispirati al progetto Unisf di MDF Roma.
    Mi occupo a livello lavorativo anche di comunicazione e relazioni con i mezzi stampa. Cercando di mettere a disposizione queste mie esperienze sto cercando di attivare da alcuni mesi un ufficio stampa MDF per comunicazioni nazionali che sia anche di supporto localmente ai circoli per eventi di grande interesse.

    ANTONIO MARA (segretario)

     

     

     

     

     

    Sono nato nel 1986 ad Arzachena, un piccolo paese sardo vicino al mare, dove ho passato l’infanzia e l’adolescenza. Ho studiato a Cagliari e a Torino, dove da poco mi sono laureato in scienza dei materiali. Nel 2012 ho scoperto quasi per caso il movimento per la decrescita felice, frequentando il circolo ho trovato alcune delle risposte alle domande che mi facevo da tempo riguardo agli stili di vita imposti da una società che fa del consumo smodato il suo credo, incurante dei danni ambientali e sociali che questo, inevitabilmente, comporta.

    All’interno del circolo di Torino ho fatto parte del direttivo e mi occupo, insieme ad altri, della cura e la realizzazione di orti urbani collettivi. Mi interesso di temi scientifici e tecnologici e spero di poter approfondire la relazione tra tecnologia e decrescita durante il mio percorso all’interno del movimento.

    LUIGI GIORGIO (Tesoriere)
    Mi chiamo Luigi Giorgio (detto Gigi) e sono il meno giovane del Direttivo attuale, essendo nato nell’anno in cui venne pubblicato il “Signore degli Anelli”.
    Vivo a Savona, dove i miei genitori si sono trasferiti dalla Sicilia pochi mesi dopo la mia nascita.

     Laureato in Scienze dell’Informazione.
    Sono dirigente in una multinazionale chimica, dove ho ricoperto diverse posizioni internazionali in ambito IT e di automazione industriale.
    A gennaio 2016 passerò nel numero degli esodati e a marzo 2017 (spero) in quello dei pensionati.
    Dal 2005, in particolare dopo due settimane passate in Africa con Serge Latouche, mi occupo di temi legati alla Decrescita; ho tenuto negli ultimi anni diverse presentazioni e incontri sul tema.
    Ho partecipato al GAS di Savona sin dalla sua fondazione. Ne sono stato presidente nel biennio 2013-2014, durante il quale il GAS ha aderito come associazione ad MDF; coordino io il gruppo che si occupa di Decrescita.
    Faccio anche parte di un’associazione di solidarietà internazionale, dove ho approfondito nel tempo temi attinenti la finanza speculativa e l’economia.

    BARBARA GALLIZIOLI

    Appassionata di agricoltura e di cucina, ho mosso i primi passi  nei campi, grazie al Circolo di Bergamo di cui faccio parte da un paio d’anni. Abbastanza attiva nella realtà delle reti di economia solidale di Bergamo, frequento anche un Gruppo di Agricoltura Biodinamica.

    Vivo a Zanica in provincia di Bergamo con il mio compagno Stefano.

    MICHEL CARDITO

    Nonostante le origini campane sono nato e cresciuto nel profondo Nord, a Brescia, dove per ventisette anni ho cercato di sopravvivere a questa città dal cuore industriale e dallo sguardo un miope.
    Sono stato Scout per quindici anni, di cui cinque capo, e di sicuro devo a questa esperienza tanto di quello che sono oggi. Ho amato il liceo grazie a bravi professori, letteratura e filosofia. Giunto di fronte alla scelta universitaria ho creduto che Medicina fosse la via migliore per poter mettere in pratica quello in cui credevo ed essere utile agli altri. Invece sono bastati pochi anni per farmi andare stretto un ambiente soffocante e poco aperto al pensiero critico, così per i cinque anni seguenti mi sono dedicato alla rappresentanza studentesca. Nel 2013 dopo approfondimenti e titubanze mi sono reso disponibile a essere punto di riferimento di MDF per Brescia e dopo meno di un anno, grazie a validi temerari, abbiamo fondato il circolo che recentemente ha festeggiato il suo primo compleanno.
    Attualmente sono studente fuoricorso quasi laureando, vivo con la mia compagna e mi mantengo facendo il cameriere in un bar del centro. In MDF faccio parte del Gruppo tematico ‘Decrescita e Salute’ mi occupo assieme a Jean-Louis della “Rete Sostenibilità e Salute”. Nel futuro mi piacerebbe riuscire ad conciliare la mia professione con le mie passioni occupandomi di determinanti di Salute e modelli ambientali e sociali di sviluppo.

    ANDREA PAVAN

     

     

     

     

     

    Sono Andrea Pavan, ho 29 anni vivo a Portogruaro (VE). Sono un educatore ambientale. Nella vita mi occupo di mille cose, principalmente di un progetto in Permacultura di autosufficienza produttiva e alimentare. Amo la terra e l’agricoltura che studio da tempo seguendo corsi, scuole e attraverso l’autoformazione. Assieme alla mia famiglia sto cercando di vivere la Decrescita principalmente attraverso questa esperienza di autosufficienza. Cerco di fare tutto ciò che mi serve, se non ci riesco mi adopero per attivare circuiti di comunità locale in modo distribuire le risorse, i prodotti, le energie. Ad oggi dunque mi divido tra l’insegnamento nelle scuole e il lavoro nei campi, o in officina durante la brutta stagione…

    FABIO CIMENTI

     

     

     

     

     

    Nato nel 1974 a Thiene, cittadina in provincia di Vicenza, nel cuore del nordest produttivo, la mia terra mi ha saputo offrire, oltre al modello culturale “lavorare e produrre senza farsi troppe domande”, anche dei sani anticorpi a tale modello, ricevuti e coltivati in lunghi anni all’interno del gruppo Scout del mio quartiere e successivamente restituiti con riconoscenza come educatore all’interno della stessa associazione, oltre che come volontario in collaborazioni con associazioni a servizio dei disabili. La ricerca di un percorso di studi che mi desse una prospettiva di senso oltre che un mero stipendio, mi ha spinto a iscrivermi alla Facoltà di Medicina di Padova e a proseguire i miei studi nell’ambito della riabilitazione della disabilità acquisita, cercando sempre di conciliare lo studio con la partecipazione attiva in diverse associazioni del territorio. Ho iniziato a lavorare i primi anni nell’ambito della riabilitazione di pazienti affetti da grave cerebrolesione acquisita in un centro di livello nazionale, scegliendo poi di proseguire lo stesso lavoro in una realtà più periferica, ma più corrispondente a un’idea di medicina “Km 0”, a servizio del proprio territorio, modello, inutile dire, più corrispondente alla mia sensibilità. Una felice coincidenza ha voluto che proprio quando quattro anni fa ho realizzato questo “mini-downshifting” che mi ha liberato energie e tempo, ho subito trovato dove incanalarli venendo a sapere che nella mia città, Padova, stava nascendo un circolo del Movimento per la Decrescita felice, che ho concorso a fondare nell’autunno 2011, entrando subito nel direttivo e interessandomi prima di divulgazione, poi di autoproduzione, ma soprattutto cercando sempre di concorrere a creare un gruppo che, coerentemente con i valori della Decrescita, fosse una piccola comunità felice, consapevole che ciò che si è ha un potere comunicativo superiore a mille dotte conferenze sul tema. Dal dicembre 2014 ho assunto la presidenza del circolo MDF di Padova. Gli splendidi esempi prima di tutto umani ricevuti dalle persone che a livello nazionale si impegnano nell’associazione e che tanto entusiasmo hanno saputo far “percolare” giù fino ai circoli territoriali (memorabile per noi rimane il direttivo Nazionale ospitato a Padova nel settembre 2012!), mi hanno spinto ad accettare la sfida di entrare nel Direttivo Nazionale.

    AALESSANDRO LAURO

     Nato a Piano di Sorrento, classe 1979, attualmente residente a Sorrento.
    Operatore della conoscenza, in altri termini libraio nella città di Napoli, divide il suo tempo tra la passione per i libri e l’interesse per le materie umanistiche.
    Nel 2007 conosce la decrescita felice e inizia ad interessarsi ad essa, praticandola nella propria vita cittadina per quanto possibile. Nel 2012, con un pizzico di sana inconscienza costituisce il circolo territoriale per la decrescita felice a Sorrento cercando di comunicare nel migliore dei modi possibili ad un numero sempre maggiore di persone il messaggio positivo ed urgente della decrescita felice.

    VALENTINA DE PROSPERIS 

     

     

     

     

     

    Nata a Roma nei fantastici anni ’80, sono entrata in MDF Roma nel 2014.

    Sono laureata in scienze della comunicazione, ma nella vita mi occupo di tematiche sociali e gestisco un centro di assistenza sociale.
    Appassionata di viaggi e fotografia, amo cucinare e lo “spignattamento” è diventato ormai uno dei miei hobby preferiti.
    Mi sono avvicinata al movimento anni fa, quando con l’associazione COOPI Lazio, di cui sono stata Copresidente, organizzavo corsi di decrescita felice per raccogliere fondi destinati ai progetti di emergenza e di sviluppo nei paesi nel sud del mondo. Grazie a questa lunga e intensa esperienza ho conosciuto i circoli di Roma e dei Castelli Romani, entrando quindi a far parte del circolo di Roma, un bel gruppo, molto partecipe e attivo nel territorio romano.
    Mi piace seguire i progetti dell’Università del saper fare e occuparmi di comunicazione e organizzazione dei laboratori.

    —————————————————————————————————————————————————–

    MAURIZIO PALLANTE (presidente onorario)

    Nato a Roma nel 1947, laureato in lettere, ha lavorato per molti anni come insegnante e preside. Dal 1988 si è dedicato all’attività di ricerca e divulgazione scientifica sui rapporti tra ecologia, tecnologia ed economia, con particolare riferimento alle tecnologie ambientali, partecipando alla fondazione del Comitato per l’Uso Razionale dell’Energia (CURE). A livello politico ha portato avanti queste istanze come Assessore all’Ecologia ed Energia del Comune di Rivoli (TO) dal 1990 al 1995.

    Ispiratore e presidente del Movimento per la Decrescita Felice fin dalla sua fondazione nel 2007, negli ultimi anni si è dedicato anima e corpo all’attività di divulgazione mediante conferenze in tutta Italia, accanto a un’intensa attività editoriale, tra cui  “Un futuro senza luce?” (2004), “La decrescita felice” (2005), “Meno e meglio” (2011) e altri saggi pubblicati per le “Edizioni la Decrescita Felice” (Editori Riuniti) di cui è anche direttore di collana.