Discussion 2 Responses

  1. Friday June 16th, 2017 at 09:39 AM

    Articolo scritto in italiano approssimativo e pieno di generalizzazioni e inesattezze. Ancora a parlare di “cibo avvelenato”? Ancora a richiedere “circoscrizione terreni avvelenati”? Da attivista ad attivisti: almeno noi dovremmo essere attenti e rigorosi nelle nostre valutazioni, nelle diagnosi come nelle terapie proposte. Altrimenti si fa confusione e si diffonde timore infondato. Ma piú di tutto, si passa per cialtroni. Un pó di sforzo, di esattezza e di cura nella scrittura, e che diamine!

    • Sunday June 18th, 2017 at 08:32 AM

      Signor Nicola,

      potrebbe gentilmente elencarci le sue esattezze? L’articolo non è solo di denuncia ma anche di proposta. C’è cibo buono e cibo meno buono e le associazioni elencate questo dicono e cercano NEI FATTI di sostenere questo. Magari poteva essere più attento e preciso – come pretende – nella lettura. Forse a lei non interessano certe proposte ma a molte persone che vivono in quelle terre (forse anche lei?) si e si sono attivati. Magari allora può contribuire elencando per loro, qui le sue esattezze.
      Grazie.
      Alessandro Lauro

Leave a Reply