• Economia

    Referente: Luigi Giorgio (luigi.giorgio.lg@gmail.com)

    Questo gruppo tematico, istituito a giugno 2015, attualmente è composto da 11 soci di MDF appartenenti a 9 circoli diversi.

    I suoi obiettivi si possono riassumere nei seguenti punti:

    • Seguire il dibattito economico a livello nazionale e internazionale.
    • Fornire ai circoli MDF informazioni sul tema economico.
    • Fare proposte di economia e occupazione in linea con la visione della decrescita.
    • Collaborare con Università e Associazioni che già lavorano con una visione economica vicina alla nostra.
    • Sviluppare un modello macro-economico per l’Italia basato su variabili in linea con la nostra visione.

    La prima riunione operativa è stata fatta a Torino il 17 ottobre 2015.

    In quell’occasione sono stati costituiti 7 gruppi di lavoro, l’ottavo si è aggiunto a marzo 2016 e ha appena iniziato a lavorare:

    1. Raccolta delle proposte economiche già elaborate in MDF
    2. Lavoro e impresa
    3. Commercio ed economie locali
    4. Diseguaglianze ed equa distribuzione risorse
    5. Modelli macro economici
    6. indicatori di benessere (attualmente sospeso per mancanza di tempo per portarlo avanti)
    7. debito publico e tassazione (attualmente sospeso per mancanza di tempo per portarlo avanti)
    8. Strategie giuridiche e sociali di decrescita

     

    La raccolta dei documenti già elaborati in MDF è stata completata.

    I gruppi dal 2 al 4 hanno come obiettivo la pubblicazione di un documento intorno a settembre 2016.

    Sul quinto gruppo, relativo ai modelli macroeconomici, sono necessarie informazioni più dettagliate.

    L’obiettivo è molto ambizioso: sviluppare un modello di simulazione che tenendo presenti le variabili macroeconomiche italiane dimostri che un’economia non orientata alla crescita è sia possibile che “migliore” rispetto al “business as usual”.

    Questo è un lavoro che non siamo in grado di fare da soli; bisogna cercare università o enti disposti a collaborare con MDF.

    L’idea è nata leggendo il libro “Managing without Growth” dell’economista Peter Victor, che ha studiato degli scenari macroeconomici alternativi per l’economia canadese. Nel testo ha prima evidenziato quali sono i limiti della crescita, poi ha selezionato quali variabili economiche modificare e in quale modo.

    I suoi risultati si possono riassumere nei due grafici seguenti:

    Senza titolo1 Senza titolo2