• 09mag

    Consumismo, Decrescita e diritti umani a Torino il 13 Maggio


    Ore 7.30, suona la sveglia del cellulare. A fatica ci si alza, mossi dall’idea del piacere, seppur fugace, di un caffé ed un saccottino al cioccolato. Dopo uno sguardo veloce alle mail e alle principali testate giornalistiche on-line, parte la quotidiana ricerca delle chiavi della macchina. Uno snack infilato al volo in borsa e la giornata lavorativa ha inizio. Niente di strano direte voi. Niente di strano se non che, dietro ad ognuno di questi semplici gesti, si nasconde l’insidia della schiavitù: laptop e cellulari realizzati con coltan estratto in Congo da sfollati o prigionieri di guerra, caffé e cioccolato prodotti dallo sfruttamento di bambini costretti a lavorare dalle 80 alle 100 ore alla settimana, petrolio estratto nel delta del Niger causando danni irreparabili al territorio dell’Ogoniland.

    Si stima che ci siano almeno 27 milioni di schiavi intrappolati nel processo produttivo di merci spesso inutili o superflue.

    Per informare ed informarci sulla complessità degli effetti prodotti dall’attuale modello economico e per sviluppare consapevolezza sugli effetti di stili di vita e consumi di alcuni sui diritti fondamentali di altri, ci troviamo Domenica 13 Maggio alla Casa del Quartiere di San Salvario (via Morgari 14, Torino) alle ore 16.30 con Marco Cavallero, Ricercatore presso il Politecnico di Torino, Angela Vitale Negrin, Responsabile relazioni esterne di Amnesty International-Piemonte e Valle d’Aosta, Maurizio Cossa, Associazione Studi Giuridici sull’Immigrazione/MDF Torino.

    Dopo una breve presentazione ad opera dei sovracitati esperti, ci divideremo in 5 tavole rotonde per dare spazio al dibattito e al confronto su temi specifici, ossia gli effetti dell’attuale sistema economico sulle migrazioni, lo sfruttamento di risorse umane e naturali nell’ambito dell’alimentazione,  i rapporti di potere tra stato e mercati, lo sfruttamento di materie prime e di forza-lavoro e lo smaltimento dei rifiuti tecnologici nella produzione di nuove tecnologie per lo sviluppo e le criticità poste da trasporti personali e trasporto merci. Per tutti i temerari che, al termine della giornata, avranno ancora voglia di scambiarsi opinioni e considerazioni in merito, il ritrovo è alla caffetteria della Casa del Quartiere per un conviviale aperitivo.

    Organizzatori: Elena Dal Santo, Laura Quassolo (Circolo MDF di Torino)

Leave a Reply